Sì alla consegna della dichiarazione per via telematica in area riservata del portale dello Studio, purché...

Con la risposta n. 97 del 6 dicembre 2018 l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti ad uno Studio che, in qualità di intermediario abilitato a trasmettere dichiarazioni nello svolgimento della propria attività, effettua numerosi invii di documenti informatici e che, dunque, richiede se è possibile consegnare la dichiarazione trasmessa per via telematica (e la relativa comunicazione di ricezione dell'Agenzia delle Entrate) con modalità diverse rispetto alla consegna fisica e/o manuale, ossia rendendo disponibile tale documentazione in un'area riservata della piattaforma internet dello studio.
In particolare i documenti telematici sono trasmessi, da parte dello Studio, attraverso i seguenti passaggi:

invio di una comunicazione tramite PEC con cui avvisare il contribuente che entro 30 giorni dal termine di presentazione all'Agenzia delle entrate i documenti telematici trasmessi sul portale dello Studio saranno a disposizione in apposita area riservata, fornendo le istruzioni per il download, la stampa e gli obblighi di conservazione degli stessi;
pubblicazione nell'area riservata al contribuente, entro 30 giorni dal termine della presentazione, del documento telematico trasmesso, con relativa ricevuta di presentazione, affinché il contribuente possa assolvere, tramite la sottoscrizione e la conservazione, gli obblighi previsti dall'articolo 3, comma 9 del D.P.R. n. 322 del 1998.

L'Agenzia delle Entrate, a tal proposito, ha ritenuto "condivisibile" il sistema di consegna dei documenti ipotizzato dallo studio, purché avvenga nel rispetto delle indicazioni contenute nei documenti di prassi (articolo 3 del Dpr 322/1998 - risoluzione 354/2008 - risoluzione 298/2007, circolare 14/2013).